Qualcosa di me

Elena Fiore da bimba Classe 1965, nata e vissuta a Milano.
Da qualche anno mi sono spostata a Peschiera Borromeo esattamente a metà tra la Fabbri Editori e la Mondadori…
Sarà un caso? Nel 1978 frequento il liceo artistico (in classe con Veronica Pivetti divagavo su chi fosse meglio fra il suo Renato Zero e il mio Miguel Bosé…), a seguire un triennio di disegno per tessuto e la scuola del fumetto. Il mio primo lavoro è all’interno di un laboratorio di pittura su stoffa. Duro due anni e poi decido di ricominciare da free-lance come illustratrice di libri per bimbi e di testi scolastici. Un bel giorno il mio animo viaggiatore si ribella e mi avventuro così tra Sardegna, Egitto, Tunisia (etc.) in veste di scenografa per agenzie di viaggio e villaggi vacanze. Finita l’abbuffata decido che è il momento di diventare seri: mi fermo e decido che è tempo di mettere su famiglia. Conosco Gianpiero* e Mosaico Gaudì nella prima vacanza con lui (Spagna-Portogallo) mi si apre un mondo: vedo Barcellona e scopro Gaudì. Il mio cuore fa pum-pum alla vista di tutti quei mosaici. Vedo il Park-Guell e ne resto estasiata... (Gaudì, I love you!). È il 1993 e decido per la svolta: è di decorazione che mi voglio occupare. E così tra mosaici, cartapesta, découpage e altre arti applicate, comincio a collaborare con riviste di settore (CREARE, CASAVIVA, MILLEIDEE) e pubblico 6 libri: due come autrice unica (FELTRO e MOSAICO), due insieme ad altre decoratrici (BIJOUX e NONSOLOPERLINE) e 2 autoprodotti (ART BOOK e COLORE BUONUMORE). Da ottobre 2014, lavoro come visual merchandiser-decoratrice-allestitrice/scenografa per Zodio, marchio francese del gruppo Adeo. Tra un ritaglio e una mano di colla mi sposo e faccio una figlia (classe 2003). foto tratta da 'IL FAVOLOSO ALBUM DI AMELIE POLAIN', edito Mondadori Mi riconosco in Amélie e nel suo meraviglioso mondo: amo quel film per la sua leggerezza, per quello spettacolo che è Parigi e il quartiere del Marais con tutti i negozietti di feltro, bottoni e passamanerie… Ho tante idee che mi frullano per la testa, qualcuna va, qualcuna resta. E quando l’idea che frulla, resta, è sempre entusiasmante poterle dare forma.

*A Gianpiero un grazie - con standing-ovation - per avermi curato, ripulito, scontornato… sopportato, tutte le immagini di questo sito.

**La foto con Amélie in moto con Nino è pubblicata sul “Il favoloso album di Amélie Poulain” edito da Mondadori.

***A voi che avete visitato il mio sito, un grazie sin da ora se vorrete scrivere i vostri commenti (plausi, critiche etc.) a: info@elenafiore.it

Facebook
Instagram
Pinterest